• Stampa pagina
  • Area riservata
  • Versione alto contrasto
  • Versione standard

Sistema Scheletrico


La radiologia delle ossa e dell’apparato scheletrico è la più antica applicazione dei raggi X allo studio del corpo umano. Il prodotto finale di tale applicazione è la radiografia, per ottenere la quale è necessaria l’esposizione del corpo ad una piccola dose di radiazioni ionizzanti. La radiografia ossea produce immagini di segmenti ossei del corpo inclusi mani, polsi, braccia, piedi, gambe, ginocchia, anche e colonna vertebrale.

Perchè si fa?

Questo tipo di esame può essere utile per:

• per confermare il sospetto clinico di frattura, definirne tipo e sede o valutare la dislocazione di   un’articolazione
• per accertarsi che una frattura sia stata adeguatamente trattata e stabilizzata
• per valutare la presenza di frammenti ossei liberi
• per guidare interventi di chirurgia ortopedica come la stabilizzazione dei corpi vertebrali, l’innesto di cartilagine  o la riduzione di fratture
• per stimare il danno causato da infezioni ossee o articolari, artriti, anormale crescita ossea e malattie ossee come l’osteoporosi
• per confermare il sospetto, in accordo agli esiti clinico-laboratoristici, di neoplasia
• per identificare e localizzare corpi estranei
• per stimare l’età fisiologica dell'individuo in base alla crescita ossea
• per evidenziare malformazioni scheletriche o processi degenerativi